Perché l’inglese non è una lingua facile per tutti

Il 15 Gennaio si è tenuto alla sede di Roma del British Council un workshop sulla storia della lingua inglese.

Articolo di Francesco Chiapparicci

Molti considerano l’inglese una lingua facile, ricercando proprio nella sua pseudo-facilità le ragioni per cui è tanto diffusa. Tuttavia, una lingua è facile o difficile in base a tanti fattori. Ogni lingua ha, infatti, le sue particolarità che sono raramente casuali, ma hanno piuttosto ragioni storiche. 

L’inglese è una lingua germanica, ma pochi sanno che il motivo è legato all’invasione dei Sassoni provenienti dall’attuale Germania nel V secolo.

Ci sono somiglianze tra l’inglese e il danese (daughter-datter, fish-fisk, bring-bringe) perché i Vichinghi che hanno invaso la Britannia provenivano proprio dall’attuale Danimarca.

È storico anche il motivo per cui l’inglese è la lingua germanica più romanza di tutte. L’invasione normanna del regno degli Anglosassoni nell’IX secolo spiega, infatti, perché il 70% del lessico inglese è di origine romanza e solo il 30% di origine germanica. Nelle parole beauty, burocracy e judge è chiara l’influenza del francese.

Divertente è il fatto che i germanofoni siano in grado di leggere e capire l’Old English, mentre gli anglofoni no. Questo perché, linguisticamente, l’inglese è la lingua germanica che ha subito più modifiche rispetto al protogermanico (l’equivalente del latino per le lingue romanze), mentre il tedesco è quella più conservatrice.

Le caratteristiche dell’inglese sono perciò a cavallo tra una lingua romanza e una germanica. La parte germanica dell’inglese prevale nel parlato, con l’uso dei phrasal verbs e del genitivo sassone. Per lo scritto, si usano per lo più parole di origine latine (continue invece di go on, arrive invece di get, telephone al posto di call).

Non c’è da stupirsi, quindi, se l’inglese sia una lingua facile per i parlanti di lingue germaniche e romanze. Tuttavia, un russofono e un sinofono non la pensano allo stesso modo.

British Council Roma

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.