Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Scaccoparco, Judit Polgár all’Accademia d’Ungheria

maggio 17 @ 10:00 am - 2:00 pm

(Comunicato stampa dell’Accademia d’Ungheria)

A Palazzo Falconieri nel cuore di Roma, sede dell’Accademia d’Ungheria, venerdì 17 maggio p.v. dalle ore 10.00-14.00 si terrà un’intensa mattina di scacchi intitolata “Scaccoparco”.

La manifestazione organizzata dall’Ambasciata di Ungheria Roma, Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con la Fondazione Scacchi Judit Polgár, e la Federazione Scacchistica Italiana, prenderà inizio alle ore 10.00 presso la Sala Liszt del Palazzo Falconieri con una conferenza di Judit Polgár, dedicata ai ragazzi, in cui colei che per molti anni è stata la migliore scacchista al mondo parlerà delle proprie esperienze nonché delle correlazioni degli scacchi con la scienza, l’arte.

Nel corso della conferenza verrà inoltre presentata la versione italiana del volume “Scaccoparco” fresco di stampa (Edizioni Anfora, aprile 2019), di cui la Polgár è coautrice insieme al noto scrittore ungherese Dezső Tandori.

Dalle ore 12.00 alle ore 14.00 seguirà una simultanea nella Sala Gialla nonché scacco libero sul Piano Nobile del Palazzo Falconieri e scacco dal vivo nel cortile.

Ingresso libero

Le sorelle Polgar

Le tre sorelle Polgar sono tra le più note campionesse di scacchi; lo sono diventate a seguito di quello che si potrebbe definire ‘un esperimento da manuale’ del padre, Laszlo Polgar. Insieme alla moglie Klara contestò i sistemi di insegnamento ungheresi e riuscì a non mandare a scuola la figlia primogenita, Szuzsa, e successivamente anche le altre due figlie, per educarle in casa; fu una casualità se la materia di ‘specializzazione’ furono gli scacchi. Il ‘programma educativo’ di Polgar padre prevedeva 5 ore al giorno di scacchi, alcune ore dedicate alle lingue straniere, alla storia e alla geografia (quando saranno campionesse, diceva Laszlo Polgar, e viaggeranno per il mondo, dovranno sapere dove si trovano e poter parlare con tutti); poi nuoto e ping-pong per l’attività fisica e ‘barzellette’ per formare il senso dello humor. L’esperimento fu accolto da tutti con grande scetticismo, ma le cose cambiarono quando le tre ragazze divennero davvero grandi campionesse.

A quel punto Laszlo si oppose al fatto che le ragazze giocassero tornei femminili e ne nacque una disputa con la Federazione e il Governo ungheresi, che vietarono alla ragazze di partecipare a tornei in Occidente. Finalmente nel 1988 Laszlo Polgar accettò che le figlie giocassero le Olimpiadi femminili a Salonicco. Fino a quel momento le sovietiche avevano vinto 11 delle 12 edizioni disputate (assenti nel 1976 perché si giocava in Israele): a Salonicco vinsero le Polgar e la squadra dell’Urss arrivò seconda. Stesso risultato due anni dopo a Novi Sad.

Szuzsa (Susan) Polgar (Budapest, Ungheria 19.4.1969) era la maggiore. A soli 5 anni vinse il campionato di Budapest Under 11, a 12 il mondiale femminile Under 16. Nell’agosto 2005 ha stabilito il record di partite in simultanea giocandone dapprima 326 in 16 ore e mezza (+309 =14 -3) e poi proseguendo fino ad arrivare a 1131 (+1112 =16 -3) contro 551 avversari diversi, battendo il record che era della greca Annamaria Botsaris.  Insieme  alle sorelle ha vinto le Olimpiadi (femminili) nel 1988 e 1990, poi ha giocato ancora per l’Ungheria nel 1994, poi, dopo essersi trasferta a New York, ha giocato nel 2004 per gli Stati Uniti, portando la squadra USA a conquistare il secondo posto.

Sofia Polgar (Budapest, Ungheria 2.11.1974). La ‘mediana’. Nel 1989 ha vinto con 8.5 su 9 il torneo di Roma con performance clamorosa di oltre 2900 punti. Dopo aver vinto insieme alle sorelle  le Olimpiadi (femminili) 1988 e 1990,  ha giocato ancora nel 1994 (oro di scacchiera) e nel 1996. Poi si è limitata alla attività a squadre di club

Judit  Polgar (Budapest, Ungheria 23.7.1976).  Ottenne il titolo di Grande Maestro assoluto  nel 1991 a soli 15 anni, 4 mesi e 28 giorni (migliorando di un mese il precedente record di Bobby Fischer), vincendo a sorpresa il campionato ungherese assoluto davanti a Sax e Adorjan.  A 13 anni vinse il mondiale Under 14 (maschile!). Nel 1999 è arrivata nei quarti del Campionato del Mondo (assoluto/maschile) dopo aver vinto nel 1998 l’Open degli Stati Uniti, unica donna a riuscirci. Dopo aver vinto insieme alle sorelle  le Olimpiadi (femminili) nel 1988 e 1990, ha smesso di giocare tornei femminili, preferendo sempre giocare solo quelli con avversari uomini: ha stabilito il suo record nel 2004 quando è salita all’8a posizione della graduatoria mondiale assoluta a punti (lista elo).

Ha giocato 4 volte con la nazionale maschile alle Olimpiadi, nel 1994, 1996 (in prima scacchiera) 2000 e 2002: in quest’ultima ha vinto la medaglia di bronzo in 2a scacchiera e la squadra è giunta seconda. Nel 2004 è stata inviata a Roma dal Governo Ungherese come rappresentante ufficiale in occasione dell’ingresso dell’Ungheria nell’Unione Europea: ha tenuto anche una simultanea ed ha giocato un piccolo match con Ennio Morricone di cui si è dichiarata grande ammiratrice.  Nel 2005 ha giocato il torneo di San Luis (Argentina) valido come campionato del mondo. Nel 2007 è stata ospite a Positano. Nel 2008 ha guidato alla vittoria nel campionato italiano a squadre il Chieti. Dal 2016 ha rinunciato alla attività agonistica.

Le tre sorelle nel 2015 hanno effettuato una esibizione a Milano in occasione dell’Expo.

Dettagli

Data:
maggio 17
Ora:
10:00 am - 2:00 pm
Categoria Evento:
Tag Evento:
, ,

Luogo

Accademia d’Ungheria
Via Giulia 1
Roma,
+ Google Maps

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.